Holi Festival
Asia,  I miei viaggi

Holi Festival: cosa sapere sulla festa dei colori dell’India.

Perchè si festeggia l’Holi?

L’Holi viene spesso – erroneamente – identificato come una festa in onore dell’arrivo della primavera; in realtà il vero significato dell’Holi è un altro e, essendo un tradizionale festival indiano, non poteva non avere origini mitiche legate ad una popolare leggenda.

La leggenda dell’Holi.

La storia è quella di Prahlad e Hiranyakshyap: in un tempo remoto, un potente e malvagio demone aveva avuto in dono dal Dio Brahma l’immunità dalla morte; la sua immortalità sarebbe stata garantita sia di giorno che di notte, sia in casa che fuori, sia sulla terra che in cielo, sia se fosse stato colpito da un uomo che da un animale, sia da una spada che da una lancia. Questo portò Hiranyakshyap a considerarsi un Dio e iniziò a pretendere l’adorazione da parte di tutti.

Con grande disappunto, suo figlio Prahlad rifiutava di sottomettersi alla sua volontà e continuava ad adorare il Dio Vishnu. Dopo molti e inutili tentativi per uccidere il figlio, costantemente protetto dalla benevolenza del Dio Vishnu, Hiranyakshyap chiese a sua sorella Holika di buttarsi in un rogo con Prahlad in braccio.

Holika, infatti, aveva il dono di essere immune al fuoco e alle bruciature. Prahlad, certo che sarebbe stato sempre protetto dal Dio Vishnu, accettò gli ordini del padre e pregò perché nulla gli accadesse. Quando il fuoco divampò, Holika cominciò a bruciare e morì mentre Prahlad rimase illeso ancora una volta.

Il significato dell’Holi e dell’Holika Dahan.

La leggenda afferma che Prahlad fu salvato per la sua estrema devozione mentre Holika pagò con la vita per le malvagità del fratello. Culturalmente, quindi, la celebrazione dell’Holi rappresenta la vittoria finale del bene sul male.

La sera che precede la festa di Holi viene ricordata la morte di Holika con i festeggiamenti dell’Holika Dahan: in ogni quartiere di qualsiasi città indiana, nei villaggi e persino davanti alle case vengono accesi degli enormi falò per ricordare a tutti la morte di Holika e la salvezza di Prahlad.

Dove festeggiare l’Holi in India.

Il festival di Holi è uno dei più popolari di tutta l’India, senza distinzioni di stato o regione: in India l’Holi si festeggia davvero dappertutto! Ci sono però due piccole cittadine dove questa popolare festa è davvero un grande evento: Mathura e Vrindavan, i luoghi del Dio Krishna.

Il motivo? Bhè, siamo in India e per ogni cosa c’è una leggenda e una storia da raccontare: questa, in particolare, ci spiega anche il perché dei colori!

Mathura, Vrindavan e la leggenda del Dio Krishna.

Se dovessi spiegare questa leggenda in pochissime parole direi che il Dio Krishna era un complessato! Come dargli torto? Avere la pelle di colore blu non deve essere stato semplice e quando ti innamori le cose si complicano sempre a dismisura!

La leggenda vuole che il Dio Krishna, innamorato della bellissima Radha, si vergognasse tantissimo del colore blu della sua pelle e, come se non bastasse, pare che Radha avesse un perfetto incarnato color pesca. Disperato e incapace di farsene una ragione, Krishna decise quindi di seguire il consiglio della madre: prendi delle polveri e dipingi il volto di Radha con dei colori accesi. E così ci fu il primo Holi della storia!

Holi Tip #1: prima di decidere di festeggiare la festa dei colori a Mathura o a Vrindavan fatti questa domanda: “Sono davvero pronto ad essere investito da una marea umana mai vista?!”

Se la risposta è no, scegli un luogo più tranquillo dove divertirti senza correre il rischio di perderti o di venire travolto da migliaia di persone!

Possibilmente evita le grandi città come Delhi o Agra e scegli quelle più tranquille, tipo Udaipur (dove sono stata io) o Pushkar.

Come si festeggia l’Holi.

L’Holi viene tradizionalmente festeggiato per strada, tra la gente, lungo gli stretti vicoli delle città; da qualche anno, però, la tendenza diffusa è quella di un Holi più “occidentalizzato”, con tanto di feste private in lussuosi hotel o spazi aperti con piscina, open bar e dj set.

Holi Tip #2: se hai scelto di visitare l’India a cavallo del festival di Holi non lasciarti tentare dalle feste private e scendi in strada tra la gente comune: sarà un’esperienza che ti rimarrà nel cuore!

Per essere pronto a festeggiare come un vero local ti basterà vestirti di bianco o con tonalità chiare (in modo che i colori possano risaltare) e fare una bella scorta di polveri colorate.

Il significato dei colori.

Nella festività dell’Holi vengono utilizzati diversi colori, ognuno dei quali ha un determinato significato e rappresenta uno stato d’animo preciso.

Ecco quali sono i significati dei vari colori nell’Holi Festival:

  • Verde: simboleggia la crescita, la rinascita spirituale e la ricerca della felicità;
  • Blu: rappresenta la potenza e la vita ed è il colore dell’acqua e della forza;
  • Giallo: è il colore della conoscenza e della guarigione;
  • Rosso: simboleggia ricchezza e benessere;
  • Bianco: è il colore della purezza, della serenità, del distacco dai beni materiali e della pace;
  • Rosa: è il colore più utilizzato… è il colore dell’amore!
Holi Festival
Il primo Holi non si scorda mai!

I miei consigli: cosa fare e cosa non fare durante l’Holi festival.

Le 10 cose da fare assolutamente.

Il primo Holi non si scorda mai! Per rendere davvero indimenticabile questa esperienza ricordati di:

  1. considerare l’Holi come un giorno di gioia, di divertimento e di armonia;
  2. augurare “Happy Holi” dalle prime luci dell’alba e fino a tarda notte;
  3. tenere sempre un sacchetto di polveri in tasca;
  4. strofinare le polveri sul volto delle persone che incontri, con una carezza e un gran sorriso;
  5. abbracciare le persone che ti vengono incontro;
  6. correre velocemente quando passi sotto un balcone con bambini (e spera di riuscire ad evitare il secchio d’acqua!);
  7. uscire senza niente di valore (soldi e passaporto in primis);
  8. indossare abiti bianchi e vecchi;
  9. mettere le peggiori scarpe che hai nell’armadio;
  10. giocare come se avessi cinque anni o poco più.
Facce da Happy Holi!

I 10 errori da evitare.

Per festeggiare l’Holi come un vero indiano non basterà fare le cose bene ma dovrai anche evitare i 10 errori del dilettante ovvero le dieci cose da non fare:

  1. non lasciare il cellulare a casa: le polveri vanno via e se avrai l’accortezza di tenere il cellulare in tasca potrai utilizzarlo al momento giusto e scattare la tua super foto ricordo;
  2. non utilizzare polveri chimiche ma solo quelle naturali;
  3. evita l’acqua più che puoi: il mix di acqua e polvere è quello più difficile da mandar via;
  4. non allontanarti se qualcuno vuole strofinarti la polvere sul viso (altrimenti che ci sei venuto a fare?!);
  5. non infilarti in vicoli troppo stretti, soprattutto se non sai dove vanno a finire;
  6. non ridere a bocca aperta durante la pioggia di polveri (questa è una delle cose più difficili, lo so!);
  7. non pensare troppo e goditi il momento;
  8. non preoccuparti del tuo aspetto: durante l’Holi non esiste il bello e il brutto!
  9. non dire no se qualcuno ti chiede un abbraccio;
  10. non arrabbiarti per i gavettoni: fanno parte del gioco.

Un grazie infinito a WeRoad per l’organizzazione del viaggio e a Daria, Andrea, Giulia, Alberto, Sonia, Christian, Selena e Caterina per essere stati dei perfetti compagni di viaggio durante questa grande avventura!

Se vuoi vivere la stessa esperienza clicca su questo link e goditi il viaggio!

Se invece vuoi altre info sull’India, leggi tutti i miei post su questa incredibile destinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *