Isola di Bohol
Asia,  I miei viaggi

2 giorni sull’isola di Bohol: Chocolate hills, tarsi e natura incontaminata.

Se non avete mai sentito parlare dell’isola di Bohol proverò a darvi un piccolo ma sostanziale suggerimento: le Chocolate Hills, lo straordinario agglomerato di colline spesso definito come l’ottava meraviglia del mondo. Ma limitarsi a visitare l’sola di Bohol solo per le Chocolate Hills sarebbe davvero ingeneroso! Questa piccola isola filippina ha molto altro da offrire e le sue strade vi condurranno dai piccolissimi tarsi alla natura più incontaminata in un incredibile crescendo di emozioni. Curiosi di saperne di più? Scopriamo insieme l’isola di Bohol.

Come arrivare sull’isola di Bohol.

Bohol è una delle province delle Filippine e si trova nella regione delle Visayas orientali.

Isola di bohol
Isola di Bohol, mappa.

Raggiungere Bohol è estremamente semplice: l’isola è servita sia da numerosi voli che la collegano a Manila sia da traghetti veloci che, più volte al giorno, fanno la spola tra Cebu City e Bohol.

L’aeroporto principale, così come il porto, si trovano a Tagbilaran, la capitale dell’isola, una caotica e polverosa cittadina dove non c’è praticamente nulla da vedere, motivo per il quale tutti i turisti si spostano subito verso l’entroterra o in direzione della bianche spiagge di Panglao, un minuscolo isolotto collegato all’isola di Bohol tramite un ponte.

Se volete raggiungere Bohol partendo da Cebu City (o viceversa) vi consiglio la compagnia marittima Ocean Jet, puntuale e veloce.

Info utili sui traghetti Ocean Jet. Biglietti e uffici.

In caso vi capitasse di dover prendere un traghetto da Bohol a Cebu (e viceversa) o altra destinazione, ci sono un paio di cose che potrebbe farvi comodo sapere.

Il porto di Tagbilaran non è molto grande e al suo interno ospita le biglietterie delle principali compagnie marittime che servono l’isola di Bohol. Per quanto riguarda l’Ocean Jet, le biglietterie che si trovano all’interno del porto servono solo i passeggeri che devono prendere il traghetto in giornata mentre tutti quelli che preferiscono assicurarsi un posto con qualche giorno di anticipo dovranno recarsi in un altra biglietteria, subito fuori gli spazi portuali (chiedete alla sicurezza, sono sempre gentilissimi).

I biglietti sono nominativi ed è possibile scegliere tra classe turistica (con a/c a temperature glaciali) o economy (senza a/c). Il costo del biglietto in classe turistica è di 500 php ai quali vanno aggiunti 100 php a bagaglio e 20 php di fee.

Curiosità. I filippini non riescono a pronunciare la lettera f e la trasformano in quella che per noi è la lettera p; se vi dicono “pollo mi” è da intendere come “follow me” così come se vi dicono di recarvi al “Counter P” a pagare la tassa del traghetto cercate lo sportello con scritto “Counter Fee” 🙂

Cosa vedere sull’isola di Bohol.

La natura, quella che stupisce e toglie il fiato, pare aver preso la residenza qui a Bohol! Impossibile non rimanere affascinati da quest’isola e dai misteri che sembra nascondere tra le fronde verdi che costeggiano le strade. Ecco cosa non dovete assolutamente perdervi su quest’isola paradisiaca.

Le superbe Chocolate Hills.

Cosa vedere sull'isola di Bohol
Le Chocolate Hills, Bohol, Filippine.

Le Chocolate Hills sono un gruppo di colline, dalla forma insolita, situate nell’entroterra dell’isola di Bohol. Non si conosce, in realtà, l’esatto numero di queste colline ma pare si aggiri attorno a 1268 (anche se alcune stime lo hanno portato fino a 1776).

Le Chocolate Hills non sono enormi e quella più alta raggiunge a malapena i 120 metri di altezza mentre la maggior parte delle colline sono tra i 30 e i 50 metri.

La loro formazione è ancora un mistero: una delle legende locali più popolari vuole che, molto tempo fa, due giganti combatterono per giorni, scagliandosi a vicenda terra e pietre finché non caddero esausti, e di nuovo amici, l’uno nelle braccia dell’altro.

Le Chocolate Hills si guadagnano la fama del loro nome alla fine della stagione secca, quando l’erba vira dal verde brillante al color “cioccolato”; ovviamente questo è anche il periodo consigliato per la visita, soprattutto se si decide di recarcisi al tramonto.

Keep in mind. Le colline non possono essere scalate e c’è solo un punto di osservazione da dove si può godere dello scenario circostante (raggiungibile tramite una ripida rampa di scale); proprio per questo, la visita alle Chocolate Hills è di solito molto breve, dato che non c’è molto da fare se non ammirarle.

I tarsi, piccolissimi animali dagli occhi enormi.

cosa vedere a Bohol.
I simpaticissimi tarsi.

I tarsi sono dei piccolissimi animali, della dimensione di una mano, endemici di molte zone delle Filippine; la loro particolarità sta nell’avere grandissimi occhi a palla e dita lunghe e affusolate. Non sono facili da individuare: essendo molto timidi, si nascondono tra le fronde degli alberi e le le loro dimensioni minuscole rendono il tutto un tantino complicato!

Per preservare la specie (e anche per permettere ai turisti di poterli vedere), l’sola di Bohol ha istituito il Tarsier Sanctuary, un piccolo parco dove attualmente vivono alcuni esemplari di questi simpatici animaletti.

Importante. All’interno del parco sono vietati schiamazzi o atteggiamenti che possano infastidire i poveri tarsi e il personale è sempre molto attento a far rispettare le regole.

Non lontano dal Tarsier Sanctuary potete anche cimentarvi nel “volo dell’Angelo”: la zip-line non è altissima ma ben tenuta, il panorama è decisamente niente male ed è un buon modo per fare una pausa “adrenalinica” prima di riprendere il cammino.

cosa fare Bohol
100% adrenalina

Pangas Falls, il posto perfetto per una pausa rinfrescante.

Nelle Filippine, quando splende il sole ed il cielo è azzurro e privo di nuvole, può fare davvero molto (moltissimo) caldo e sarebbe un peccato pensare di rinchiudersi in qualche locale con aria condizionata e patatine fritte! Ma come fare per rinfrescarsi un po’? La soluzione è a portata di mano ed è molto più naturale di quella prospettata qualche riga addietro: le cascate.

L’isola di Bohol è piena di cascate meravigliose, con acqua cristallina e tanta natura tutt’intorno; scenari paradisiaci che, nella maggior parte dei casi, sono appannaggio delle persone del posto: sono pochi i turisti che si avventurano tra le cascate dell’isola ma vi posso assicurare che ne vale assolutamente la pena.

L’esempio perfetto è rappresentato dalle Pangas Falls, non molto distanti dalle Chocolate Hills.

Firefly tour: in kayak illuminati dalle lucciole.

Chi di voi, da bambino, non ha mai catturato una lucciola mettendola in un barattolo di vetro? E come eravamo felici quando ne vedevamo una!

Sarà per la loro capacità di rendere tutto magico, luminoso e romantico ma è davvero difficile non rimanere affascinati dalle lucciole, soprattutto quando te ne ritrovi davanti migliaia! Sull’isola di Bohol, nei pressi del fiume Abatan, la notte s’illumina di lucciole ed assistere a questo spettacolo riuscirebbe a far emozionare anche il più cinico degli uomini.

Cosa vedere bohol
La notte s’illumina di lucciole sul fiume Abatan, Bohol.

Il fiume Abatan si estende per oltre 400 ettari e attraversa diversi villaggi rurali di Bohol ma il punto di partenza di quasi tutte le escursioni è Maribojoc, a circa 15 minuti di auto da Tagbilaran.

Sono parecchie le agenzie che organizzano, e propongono, i tour notturni sul fiume ma quella che mi sento caldamente di consigliare è la Kayakasia, per ben più di un motivo:

  • utilizza solo ed esclusivamente Kayak, rispettando così il già fragile ecosistema sempre più gravemente compromesso a causa del traffico sconsiderato di barche a motore sul fiume;
  • assume solo ed esclusivamente ragazzi del posto, provenienti dai villaggi circostanti;
  • reinveste parte dei profitti nella conservazione dell’ambiente e delle acque del fiume Abatan;
  • sovvenziona corsi di inglese e di scuola secondaria alle loro giovani guide;
  • last but not least…vi prepareranno un’eccellente cena!

Se l’idea di pagaiare illuminati da mille lucine intermittenti stimola la vostra fantasia fatelo…. ma scegliete responsabilmente!

“Our kayaks gently break the stars’ reflections on the obsidian water, taking on a soft yellow glow as they glide beneath the mangrove trees. What was once a faint twinkle in the distance is now a living, breathing galaxy…” – Andrew Headspeath, The Culture Trip.


“I nostri kayak rompono delicatamente i riflessi delle stelle sull’acqua di ossidiana, assumendo un tenue bagliore giallo mentre scivolano sotto gli alberi di mangrovie. Quello che una volta era un debole scintillio in lontananza ora è una galassia vivente, che respira … “

Come muoversi sull’isola di Bohol.

Se la vostra idea è quella di esplorare a fondo l’isola di Bohol (…e mai idea fu più giusta!) allora il modo migliore per muoversi tra le meraviglie di quest’isola è quello di noleggiare un motorino.

I noleggi sono di solito giornalieri e sicuramente riuscirete a spuntare un buon prezzo noleggiando per più giorni consecutivi; la tariffa è di circa 500/600 php al giorno ai quali va aggiunto il costo della benzina che consumerete ( che però costa molto meno che in Italia!).

Il costo medio di una guida, invece, che sarà con voi tutto il giorno mostrandovi la strada e restando a guardia dei vostri potenti mezzi mentre visitate le varie attrazioni di Bohol, è di circa 2000 php al giorno (il mio parere è che sono soldi ben spesi: eviterete di perdervi e di sprecare tempo prezioso!)

Travel Tip. L’sola di Bohol profuma di libertà, è aria che entra nei polmoni e il verde vivido delle palme al sole: non chiudetevi in un van con aria condizionata e noleggiate un motorino!

Viaggiatori intraprendenti ne abbiamo?!

E il mare? Non manca neanche quello ma le spiagge migliori si trovano a Panglao, un minuscolo isolotto collegato all’Isola di Bohol da un ponte. Ma questa è un’altra storia questo è un altro post…il prossimo! Stay tuned.

Volete info utili per organizzare un viaggio nelle Filippine? Leggete questo post.



BE DIFFERENT, BE MUCH MORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *