Africa,  I miei viaggi

Consigli per un safari in Africa: info utili e organizzazione.

 

 

D: “Cosa mi consigli per un safari  in Africa?”

R: Prima di tutto, crea posto ai ricordi perché al tuo ritorno avrai bisogno di spazio”.

Ricordo perfettamente l’istante in cui capii che l’Africa avrebbe cambiato la mia visione del mondo, della vita e di me stessa; è indimenticabile l’emozione del primo safari, la gioia immensa alla vista del cielo stellato più incredibile che si possa immaginare, il profumo della terra, la dilatazione del tempo e l’eternità di ogni attimo.

Ricordo di essermi innamorata dell’Africa nell’attimo stesso in cui  realizzai che, come una madre, questo continente riusciva inspiegabilmente a placare l’inquietudine, il mio lato più selvaggio e scalpitante: ero in pace, come una bambina, tra le braccia di Mamma Africa!

Adoro le scimmie! South Luangwa National park, Zambia.
Adoro le scimmie! South Luangwa National park, Zambia.

Chi non ha mai pensato di fare un safari in vita sua?! Conosco pochissime persone che mi hanno confessato, a voce bassa, quasi fosse un peccato mortale, di non essere affatto attratte all’idea di un safari; le stesse, però, hanno poi specificato che lo farebbero anche solo per curiosità, per cercare di capire cos’è questo tanto discusso “Mal D’Africa” che pare colpisca più della metà delle persone che si recano in questo continente.

Ma prima di avventurarsi in un safari credo sia importante sapere che esistono delle regole, non scritte, che sarebbe bene tutti gli ospiti della savana seguissero attentamente; per far sì che l’esperienza del safari possa davvero costituire un valore aggiunto, bisogna tenere sempre a mente che:

  • sei in un luogo speciale. Goditi ciò che il bush africano ha da offrire, dai grandi ai piccoli animali, ai paesaggi, ai tramonti, alla luce e concentrati sulla bellezza che ti circonda. E’ un’esperienza unica quella che stai vivendo, onorala con lo status che merita: qualcosa di speciale!
  • un parco non è uno zoo. Non desiderare tutto e subito; i parchi africani sono aree spesso incredibilmente vaste, dove gli animali si camuffano al meglio e si muovono a loro piacimento! Ricordi ancora l’ultimo documentario visto in TV? Per l’appunto, non siamo in televisione e i documentari sono il frutto di mesi di riprese all’interno di un parco! Sarà difficile, quindi, vedere tutto, ci vuole pazienza e fiducia nelle guide: ascolta i loro consigli.

  • le regole di Bon Ton esistono anche nella savana. Un parco africano è come un luogo sacro. Sei un ospite con il privilegio di vedere la bellezza della natura selvaggia e le regole sono semplici. Prima di tutto ricorda che l’unico suono che dovresti sentire in questo momento è il suono della natura. Ascoltala e niente schiamazzi! Mai alzare il tono di voce! Quanto al cosiddetto dressing code sarebbero da evitare colori accesi come gialli, rossi, blu, bianchi, fucsia. Bene, invece, i colori neutri che meglio si camuffano con l’ambiente.

  • è meglio affidarsi ad una guida ufficiale e competente.  Le domande e le curiosità saranno sempre ben gradite e il tuo Cicerone ti aiuterà a non “umanizzare” la natura. Un leone che sbadiglia non è un leone che ha sonno. Ascolta e chiedi, sempre! Imparerai certamente qualcosa di nuovo.

    Consigli per un safari in Africa: South Luangwa National park, Zambia.
    Consigli per un safari in Africa: South Luangwa National park, Zambia.

Dove fare un safari in Zambia.

Per un’esperienza safari in Zambia hai diverse possibilità ma le risorse  principali sono rappresentate da:

  1. Lower Zambesi National Park: rinomato, in particolar modo, per i safari in canoa, è il parco più vicino alle cascate Vittoria;
  2. Kafue National Park: è il più grande parco dell’Africa, facilmente raggiungibile anche per chi viaggia con mezzi propri;
  3. South Luangwa National Park: non proprio di strada a meno che non siate diretti o proveniate dal Malawi, questo parco è uno dei migliori di tutta l’Africa.

    Consigli per un safari in Africa: South Luangwa National park, Zambia.
    Consigli per un safari in Africa: South Luangwa National park, Zambia.

South Luangwa National Park

Dal momento che i primi due non li ho (ancora) visitati, posso testimoniare la mia esperienza diretta nel South Luangwa National Park, noto anche per i safari a piedi.

In questo parco potrete vedere con “facilità” quasi tutti i BIG 5 (leoni, rinoceronti, elefanti, bufali e leopardi): dico quasi perché, come ormai un po’ in tutta l’Africa, il rinoceronte è praticamente considerato una specie in estinzione e i tentativi di ripopolare i parchi stanno miserando fallendo di fronte alla tenacia dei bracconieri, che continuano, purtroppo, a dare la caccia a questa specie animale!

Oltre ai big, il S.L.N.P è popolato di impala, giraffe, elefanti, puku, ippopotami e da una grande varietà di avifauna. Le guide locali, inoltre, sono tra le più qualificate che possiate trovare, avendo dovuto superare tutti gli esami previsti dall’associazione locale (con lo scopo di mantenere particolarmente elevato lo standard qualitativo): anche in ragione di questo, ogni game drive ha un costo giustamente commisurato al servizio offerto!

oh dio the elephant
Pranziamo insieme?

Costi

Veniamo alla nota dolente: quanto costa un’esperienza safari nel South Luangwa? Di seguito vi elenco le maggiori voci di spesa (riferite all’agosto 2016):

Entrata al parco: 25 $ al giorno;

Game drive: dipende da una serie di fattori ma, in media, preventivate 40/50 $ ogni game (per un’esperienza completa è bene considerare di fare sia il game drive del mattino che quello del pomeriggio/sera). Ogni game drive dura all’incirca 4 ore e di norma le fasce orarie sono dalle 6 alle 10 e dalle 15.30 alle 19.30.

Pernottamento: dipende dalla struttura, ce n’è per tutte le tasche! si può andare dai 10 ai 100 $ e anche oltre: up to you!

Cibo: anche in questo caso c’è ampio margine di scelta. Tutte le strutture presenti offrono un servizio di ristorazione ma, al contempo, mettono a disposizione degli ospiti l’uso della cucina e del BBQ quindi potete organizzarvi da soli sia il pranzo che le cene.

In pratica, 2 giorni pieni nel S.L.N.P, con 2 ingressi al parco e 4 game drive totali, dovrebbero venire a costare tra i 210 e i 250 dollari più le mance e le spese di vitto e alloggio. L’esperienza, vi assicuro, VALE OGNI CENTESIMO SPESO!

Più colorato di così! South Luangwa National park, Zambia.
Più colorato di così! South Luangwa National park, Zambia.

Consigliati per voi

Track and Trail River Camp oppure Marula Lodge , entrambi vicinissimi all’ingresso del parco e con ottimi servizi, direttamente sul fiume (con tramonto spettacolare incluso nel prezzo!).

TIPS: in entrambi i casi avrete la possibilità di dormire in tenda (se non volete portarvi dietro la vostra, il Marula dispone di tende premontate) che, a mio modesto avviso, è il modo migliore per sentirsi veramente in Africa!

Provenendo dalle cascate Vittoria o da Lusaka il viaggio potrebbe rivelarsi oltremodo lungo per cui, se vi sentite stanchi, fermatevi a metà strada facendo tappa al Bridge Camp e ripartite con calma il giorno successivo. L’Africa, d’altronde, richiede tempi dilati…fate come il leone qui sotto: appena potete approfittarne fate un riposino!

Il re leone, South Luangwa National park, Zambia.
Il re leone, South Luangwa National park, Zambia.

 

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *